giovedì 15 dicembre 2016

Agrain nasce dalla volontà di fare la pasta fresca allo stesso modo di come la si faceva una volta con sapiente attenzione alle materie prime, portando l’esperienza e tradizione italiana della pasta fatta in casa nel mondo del senza glutine.
Agrain trova nella ricerca del gusto autentico nel settore del senza glutine la propria vocazione. Per questo il suo processo realizzativo è basato non solo sull’accurata lavorazione, ma anche sulla cura attenta di tutte le fasi di produzione della pasta, a partire dalla scelta delle farine e dei ripieni.

Finally I made it!! Gluten Free Blown Bread


Finalmente ce l'ho fatta! E' stata dura e molto lunga ma è grande la soddisfazione: un pane senza glutine e senza lattosio soffiato. 



La farina è la FioreGlut di Molino Caputo ed è senza glutine e senza lattosio con ingredienti semplici. La ricetta che ho seguito è quella sulla confezione quindi gli ingredienti sono: 


1 Kg di Farina FioreGlut 

800 gr di acqua
9 gr di lievito di birra fresco
20 gr di sale
25 gr di olio

- Preparare un lievitino con 100 gr di farina, 100 gr di acqua e 1 gr di lievito

 Impastare e lasciare lievitare per 12 ore. 
- Trascorso il tempo unire tutti gli ingredienti nell'impastatrice e lavorare la pasta a velocità media per circa 10 minuti. 
- Mettere l'impasto a riposare in una ciotola unta di olio e coperta per circa 6 ore
- Sgonfiare l'impasto, lavorarlo e far partire una seconda lievitazione
- Una volta che è ben lievitato iniziare a fare le pieghe come per la pasta sfoglia. 
- Ripetere questa operazione per 2 volte con una pausa di 30 minuti per la lievitazione. 
- Quando si arriva all'ultima piega si avrà un rettangolo lungo e stretto. Arrotolarlo per il lato corto in modo da formare una rosa.
- Spennellare la superficie con olio e lasciare lievitare fino al raddoppio. 
- Una volta che l'impasto è raddoppiato procedere alla pezzatura ( io ho fatto 150g di pasta ma diventa un panino assai grande) e a formare le palline.
- Coprire il tutto con la pellicola e lasciare lievitare
Dalle palline ricavare le forme ( non avevo lo stampo della rosetta altrimenti avrei provato), e procedere all'ultima lievitazione
- La cottura è stata fatta in forno 
http://www.electrolux-rex.it/Prodotti/Cottura/Forni/Multifunzione_con_Vapore/FQV303XEV/




Viaggio nel Paese del Sol Levante alla ricerca del gluten free

Buongiorno a tutti. Voglio riportare la mia esperienza di viaggio nella terra nipponica sperando di poter essere utili a futuri viaggiatori impavidi. 

Date del viaggio: dal 2 al 18 Marzo 2016

Consigli di viaggio

Quando prenotare?
Noi abbiamo prenotato tutto durante le vacanze di Natale. Due computer accesi e IPad alla mano per avere le tariffe migliori. Infatti il volo l'abbiamo pagato € 505 a testa e anche con gli hotel siamo stati fortunati. 

L'itinerario di volo era: Linate- Charles De Gaulle 4 ore di stop e poi diretto Charles De Gaulle - Haneda e stessa cosa al contrario per il ritorno. La scelta dell'aeroporto di Haneda é stata dettata principalmente dal fatto che é molto ben collegata con la città. 
Compagnie aeree: Air France e Japan Airline

Per gli hotel abbiamo scelto 3 basi: 

In questo modo abbiamo programmato varie gite in giornata fuori porta.

Andiamo ai consigli pratici: 

Bagaglio a mano 
meglio uno zaino, dove metterete:
Un gilet di pile con le tasche ( quando spunta il sole con il piumino addosso fa caldo) 
Viveri senza glutine minimi per le giornate ( barrette per la colazione, cracker, grissini, frutta fresca e secca)
bottiglia di acqua ( se volete portarvi la vostra borraccia ricordatevi di imbarcarla)
ombrello
batterie aggiuntive dei telefoni 
Cerotti per vesciche
Celiac Travel Card meglio se plastificata 
Burro cacao
Salviette e fazzoletti


Valigia
due paia di scarpe, un paio leggere, io ho scelto le Nike leggere e un paio da trekking, per me le Salomon. A inizio marzo faceva ancora parecchio freddo quindi via a pile, maglie tecniche e pantaloni comodi. In aggiunta piumino, sciarpa e cuffia o para orecchie e guanti. 
Vi conviene calcolare un minimo di cibo senza glutine da portarvi perché se già fate fatica a colazione poi la giornata prende una brutta piega. Io ho preso:



Grissini integrali il pane di Anna http:
www.ilpanedianna.it/shop/salato/grissini-integrali/


Negli hotel dove abbiamo alloggiato c'erano sempre disponibili:
Ciabattine
Vestaglia da camera
Prodotti da bagno ( bagnoschiuma, shampoo e balsamo)
Phon per capelli

 Un bel vantaggio se dovete stare attenti al peso della valigia ;-) 

Prima di partire
Chiamate per prenotare il pasto senza glutine. Noi abbiamo fatto tutto da Expedia.it quindi ho chiamato il servizio clienti e ho chiesto di aggiungere il pasto. Per sicurezza fatelo sia al momento della prenotazione che una settimana prima della partenza. 

Prenotate il vostro Japan Rail Pass se avete intenzione di viaggiare attraverso il Giappone. É comodo, si spende qualcosa ( quello valido 14 giorni costa circa € 350)  ma ne vale la pena; anche se fate un solo viaggio Tokyo-Kyoto recuperate la spesa. Arriva a casa vostra in Italia con FedEx.

Prenotate, sempre tramite l'agenzia del JR, un access point per avere sempre internet a disposizione. Il costo per 15 giorni é di circa € 75 e potete connettere fino a 10 dispositivi. https://www.japan-rail-pass.it/services/pocket-wifi La comodità è che vi arriva direttamente a Tokyo e già con la busta per rispedirlo alla fine. 

Programmate un minimo di itinerario per sapere cosa fare in ogni evenienza: gite fuori porta, visite ai vari quartieri, shopping etc, FONDAMENTALE: se volete visitare i palazzi imperiali di Tokyo e/o Kyoto dovete prenotare la visita sul sito dell'agenzia della casa imperiale (http://sankan.kunaicho.go.jp/english/index.html) con largo anticipo e portatevi una copia della prenotazione altrimenti non entrate. Le visite ai palazzi imperiali sono guidate e gratuite. 

Il nostro itinerario gastronomico giorno per giorno


Naturalmente prima di partire una tempesta di neve non ci sta bene? o.O

02/03/2016 volo da Linate su Charles de Gaulle e poi il diretto verso Haneda.


Pranzo all'aeroporto di Parigi


Cena sul volo Parigi - Tokyo



03/03/2016 arrivò ad Haneda alle ore 15 circa, abbiamo subito attivato i Japan Rail Pass per prendere la monorotaia. Cambio a Hammamasucho verso Ueno poi o la fate a piedi oppure vi tocca prendere la metro. 
La prima cena é stata un po' da panico: il cameriere non parlava inglese ma per fortuna avevo la mia Travel Card. Una volta mostrata mi ha detto che potevo mangiare sia il riso che il fritto di gamberi perché veniva infarinato con l'amido di patate. 





Riso


Gamberi fritti, infarinati con la fecola di patate

04/03/2016
Visita della città tra Tokyo Sky Tree, Museo dei Tamburi e quartiere di Asakusa e Marunouchi Sud. 










Sashimi di pesce con riso bollito


Pinne di razza alla griglia con maionese


Bacon di balena
Yakitori di pelle di pollo ( ATTENZIONE) alla Salsa di Soia

 05/03/2016
Nikko: consiglio pranzo al sacco. La sera noi abbiamo cenato ad Asakusa















Matrimonio


Sushi


Zuppa





06/03/2016
Museo Nazionale e Zoo. 
NB -> lo Zoo in generale non mi piace ma speravo che, dato che il popolo nipponico è famoso per il rispetto, fosse così anche allo Zoo. IN realtà non è così e mi è molto dispiaciuto. 

















Pollo, maiale e medusa



Riso saltato alla piastra e brodo





07/03/2016
Palazzo Imperale, Mercato del Pesce, Sony Building, Yamaya