venerdì 15 gennaio 2016

Articoli, dicerie e altro... attendendo la legge del 20 Luglio

Condivido prima che inizi la psicosi: articolo non VERITIERO che NON spiega cosa effettivamente accadrà ma pur di far parlare si scrive di tutto. 
A) quando si parla di "meno controllati" -> dichiarare il falso in etichetta significa cadere nel penale. Aziende multinazionali non hanno il minimo interesse che ciò accada, anzi! Spesso hanno laboratori interni dove limitano la soglia di glutine a 10ppm 
B) il Ministero della Salute controlla gli alimenti dietoterapici, cioè sostitutivi nella dieta del celiaco che vengono acquistati attraverso il SSN ma ci sono molti alimenti che i celiaci acquistano "senza glutine" senza passare dal SSN ( salumi per esempio)
C) "senza glutine" non equivale a "zero glutine" ... la risposta giusta è grazie, graziella e grazie al c.... per dirla alla francese. Qualsiasi alimento anche dichiarato senza glutine contiene una minima percentuale di glutine ( vedi la birra per esempio dove viene dichiarato il quantitativo di glutine). Il limite ovviamente in una dieta sana ed equilibrata non viene mai superato.

http://www.infoceliachia.com/219/alimenti-senza-glutine-cambiano-le-regole-celiaci-allarmati.html